CORSI ECM

AGGIORNAMENTI IN TERAPIA
ADERENZA E PERSISTENZA TERAPEUTICA NEL PAZIENTE CON DIABETE MELLITO DI TIPO 2

ID ECM (codice identificativo): 209489 ed. 1
Tipologia: RES
Sede: SAN GIOVANNI LUPATOTO presso BEST WESTERN CTC HOTEL VERONA
Periodo di svolgimento: 28 DIC 2017/28 DIC 2017
Nr. Crediti: 6
Nr. Ore: 6
Nr. Posti: 30
Professioni: MEDICO CHIRURGO,

La malattia diabetica è in costante aumento nel mondo. In Italia secondo i dati dell’Osservatorio ARNO Diabete del 2015 la prevalenza del diabete noto è del 6.2%, dato più che doppio rispetto a 30 anni fa con un aumento dei casi noti di circa il 70% negli ultimi 18 anni.
Il costo complessivo per la cura dei soggetti diabetici è quasi doppio rispetto ai non diabetici; circa la metà di tale costo è da riferire ai ricoveri, determinati in larga parte dalle complicanze croniche della malattia, il rimanente è da riferire alla specialistica, ai farmaci, ai dispositivi.
La riduzione dei costi relativi ai ricoveri è possibile solo se la malattia viene trattata in modo adeguato in termini di monitoraggio del controllo metabolico e di adeguata terapia.
D’altra parte è comunque importante che le risorse vengano utilizzate al meglio per cui è indispensabile che ci sia appropriatezza clinica e prescrittiva e da parte del soggetto diabetico aderenza e persistenza alla terapia. Garantire una prestazione appropriata in termini di terapia significa fenotipizzare il paziente in termini di controllo glicemico comorbidità, condizioni psicosociali; ciò diventa di particolare importanza quando il repertorio di opzioni terapeutiche si arricchisce di nuove farmaci che agiscono bloccando il riassorbimento di glucosio da parte del rene provocandone l’eliminazione attraverso le urine con un importante effetto ipoglicemizzante indipendentemente dalla funzionalità beta pancreatica e dalla vie dell’insulina.
La gestione del diabete diventa sempre più interdisciplinare e di competenza territoriale con la collaborazione del diabetologo con il medico di medicina generale, figure fondamentali per la corretta gestione della patologia.
E’ importante che i due professionisti possano unire i diversi punti di vista per affrontare la patologia definendo linee comportamentali virtuose e condivise con lo scopo di prevenire o ridurre l’impatto delle complicanze sulla vita del paziente e sul bilancio economico e sociale del nostro paese.

 Scarica il programma in pdf