E-LEARNING

  • Aggiornamenti in terapia ANTIMICROBICO RESISTENZA NEL POST COVIDFAD ASINCRONA on line dal 27 giugno 2022 al 29 dicembre 2022

    RAZIONALE
    La pandemia che stiamo vivendo è sicuramente imponente, ma non ci deve far dimenticare che altre infezioni come quelle batteriche avanzano e diventano sempre più resistenti ai farmaci in grado di annientarli. Non bisogna dimenticare che ogni anno nei Paesi UE si registrano circa 33.


  • FORUM EMATOLOGICO 2023-2024FORUM EMATOLOGICO 2023-2024 Percorso di Formazione ECM e di aggiornamento scientifico in formato digitale condotto via Web

    INTRODUZIONE: LO STRAORDINARIO PROGRESSO DELL’EMATOLOGIA
    Nel corso degli ultimi anni si è assistito ad una vera e propria rivoluzione nell’approccio terapeutico alle patologie ematologiche, caratterizzato, in particolare, dall’arrivo delle nuove terapie a bersaglio molecolare che hanno ridisegnato il percorso di cura del paziente con leucemia, ma anche con mieloma e linfoma, determinando un inverosimile miglioramento della prognosi.

    L’evoluzione delle terapie a bersaglio molecolare si è sviluppata in tre direzioni principali:
    miglioramento della probabilità di guarigione, miglioramento della prospettiva di vita, miglioramento del profilo di tossicità con apertura a popolazioni di pazienti più ampie che possono essere trattate.


  • Il triangolo diabete mellito, malattia cardiovascolare e malattia renale presenta elevati livelli di sovrapposizione fisiopatologica e clinica:
    • La malattia cardiovascolare è la principale causa di morte nel paziente con diabete
    • La malattia cardiovascolare è la principale causa di morte nel paziente con insufficienza renale cronica
    • Circa il 40% dei DMT2 manifesta nel corso della malattia una nefropatia diabetica

    Appare evidente come la gestione multidisciplinare e la collaborazione inter-specialistica siano una condizione imprescindibile per una gestione ottimale del paziente diabetico che, se già non presenta una multimorbidità a 2 o 3 componenti, presenta certamente un elevatissimo rischio di svilupparla nella sua storia di malattia.

    A rafforzare la necessità di un management condiviso del paziente diabetico è la disponibilità nell’ambito del panorama delle soluzioni terapeutiche di questi ultimi anni, di farmaci innovativi quali sono gli SGLT-2i e i GLP1-Ras che hanno ampiamente dimostrato significativi benefici sugli outcomes cardiovascolari e renali indipendentemente dal controllo glicemico; tali evidenze hanno fatto sì che le principali raccomandazioni nazionali e internazionali ne suggeriscano all’ unisono un utilizzo precoce, possibile solo grazie un coordinamento efficace tra il diabetologo, il cardiologo e il nefrologo indipendentemente da chi per primo possa intercettare il paziente.


  • WEBINAR Management e necessità di un approccio multidisciplinare nell’ambito delle malattie rare: focus on malattie interstiziali polmonari primitiveFAD SINCRONA giovedi 21 aprile 2022 dalle 14:25 alle 17.10

    RAZIONALE SCIENTIFICO
    Le malattie rare del polmone (note anche come interstiziopatie polmonari) rappresentano una parte rilevante della patologia polmonare.


  • I dialoghi sul diabete VECCHIE E NUOVE EVIDENZE DEI GLP-1 NELLA GESTIONE DEL DIABETE - FAD sincrona (webinar), 31 maggio 2022RAZIONALE 

    Nelle persone affette da diabete di tipo 2, una terapia combinata con SGLT2 inibitori e GLP-1 agonisti può prevenire eventi gli avversi cardiaci e cerebrovascolari maggiori e l'insufficienza cardiaca, secondo quanto rilevato da uno studio pubblicato sulla rivista Diabetes Care.
    Le due classi di farmaci possiedono diverse caratteristiche complementari riguardanti i loro meccanismi d'azione nei pazienti con diabete di tipo 2, quindi la loro combinazione ha il potenziale per affrontare tutti i principali fattori fisiopatologici che contribuiscono allo sviluppo e alla progressione del diabete e potrebbero produrre benefici cardiovascolari additivi.