EVENTI E INIZIATIVE

  • 13 novembre 2021 - GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE 2021 - UNA GESTIONE CONDIVISA DAL BAMBINO ALL'ETA' ADULTA: DALL'INNOVAZIONE SCIENTIFICA ALLA REALTA' TERRITORIALE

    13 novembre 2021 - GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE 2021 - UNA GESTIONE CONDIVISA DAL BAMBINO ALL'ETA' ADULTA: DALL'INNOVAZIONE SCIENTIFICA ALLA REALTA' TERRITORIALEUN EVENTO APERTO A TUTTI: CONOSCERE LA PATOLOGIA E' FONDAMENTALE!

    Il diabete mellito è una malattia caratterizzata da livelli di glucosio nel sangue (glicemia) a digiuno superiori o uguali a 126 mg/dl. Questo perché l’organismo non produce insulina (diabete mellito di tipo 1) o non riesce a rispondere normalmente all’insulina prodotta (diabete mellito di tipo 2).
    L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas, un organo presente nell’addome e ha il compito di regolare i livelli di glicemia a digiuno e dopo i pasti.
    Il diabete mellito di tipo 1 può colpire un soggetto fino a 40 anni di età, mentre il tipo 2 colpisce solitamente dopo.
    Possiamo essere a rischio di diabete se sono presenti delle condizioni quali: sete eccessiva, aumentato bisogno di urinare, perdita di peso e stanchezza.
    La diagnosi viene fatta sulla base di quello che ho (sintomi) e sui risultati degli esami del sangue.
    Chi è diabetico di tipo 1 deve curarsi con le iniezioni di insulina, chi è diabetico di tipo 2, invece, ha a disposizione anche dei farmaci che può prendere per bocca.
    Il diabete mellito è una malattia molto diffusa nel mondo e si prevede che farà aumentare il numero degli ammalati nei prossimi anni.

    Ogni anno, il 14 novembre ricorre il giorno della conoscenza di cosa è il diabete, di quello che può causare alla salute e di come prevenirlo.

    È importante che si prenda coscienza tutti insieme della malattia e di come prevenirla.

    Mentre il diabete mellito di tipo 1, sulla base delle conoscenze attuali, non è prevedibile, ma curabile con l’insulina, per cercare di non ammalarsi di diabete mellito di tipo 2 bisogna controllare l’alimentazione e fare attività fisica.

    Anche la qualità del cibo è importante: il giusto consiglio del medico di fiducia può aiutare nella corretta impostazione dello stile di vita, allontanando il rischio del diabete.

    La prevenzione rappresenta il primo e più importante educatore del diabete tipo 2 e delle complicanze del diabete tipo 1.



    RESPONSABILE SCIENTIFICO

    Giuseppe Derosa
    Responsabile Ambulatori di Diabetologia, Malattie Metaboliche e Dislipidemie
    Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia - Università di Pavia


    SEDE DELL'EVENTO: AULA DEL '400 - UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PAVIA - PIAZZA LEONARDO DA VINCI, 6

    Dai la tua adesione cliccando QUI