E-LEARNING

  • I dialoghi sul diabete LA TERAPIA DEL DIABETE TIPO 2: DALL’EFFICACIA ALL’ADERENZA - FAD sincrona (webinar), 27 maggio 2022

    I dialoghi sul diabete LA TERAPIA DEL DIABETE TIPO 2: DALL’EFFICACIA ALL’ADERENZA - FAD sincrona (webinar), 27 maggio 2022RAZIONALE 

    Tra le malattie croniche, il diabete, e in particolare il diabete tipo 2, è una delle condizioni cliniche nelle quali è più facile registrare un basso livello di adesione terapeutica. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) “aumentare l’efficacia di adesione alla terapia potrebbe avere un impatto molto maggiore sulla salute della popolazione rispetto a qualsiasi miglioramento medico specifico”.
    In altri termini non solo molecole più performanti. L’aderenza al trattamento per il diabete dipende da numerosi fattori, tra cui un’adeguata informazione/educazione sull’autogestione della malattia e la complessità del trattamento inteso non solo come numero di farmaci da assumere. La semplificazione dei regimi terapeutici, l’utilizzo di strumenti tecnologici per il monitoraggio attivo e la riorganizzazione del sistema sanitario, che permetta ai medici un approccio pro-attivo nei confronti dei propri pazienti, sembrano essere gli strumenti più efficaci.
    L’aderenza terapeutica varia a seconda delle classi dei farmaci presi in esame, ma due punti sono chiaramente evidenti: la non aderenza aumenta all’aumentare del numero di farmaci da assumere quotidianamente ed è più alta per le terapie iniettive rispetto alle non iniettive.
    In tal senso non c’è dubbio che la facilità di impiego di un farmaco settimanale è vincente dal punto di vista del paziente rispetto a una somministrazione quotidiana. La semplicità d’uso dei device e la capacità educativa del team curante possono rappresentare la chiave di volta del successo di un approccio terapeutico complesso, come è la terapia iniettiva.
    Più è semplice la modalità di iniezione e verosimilmente meglio questa viene praticata. Rendere agevole e ben accetta ai pazienti la somministrazione di un farmaco per via iniettiva – già di per sé poco gradita – rappresenta una facilitazione che ne può decretare un uso più aderente alla terapia prescritta.

    OBIETTIVO GENERALE DELL’EVENTO

    Scopo del presente percorso formativo è quello di aggiornare il medico specialista sulle terapie più efficaci nel trattamento del Diabete tipo 2 e la relativa aderenza da parte del paziente, facendo riferimento alla pratica clinica quotidiana con esempi real life.


    OBIETTIVO FORMATIVO (di processo)

    (3) DOCUMENTAZIONE CLINICA. PERCORSI CLINICO-ASSISTENZIALI DIAGNOSTICI E RIABILITATIVI, PROFILI DI ASSISTENZA - PROFILI DI CURA


    RESPONSABILI SCIENTIFICI

    Valentina PICCINI- Empoli (FI)

    Laura NIGI – Siena


    Join us! Iscrizioni QUI