CORSI ECM

AGGIORNAMENTI IN TERAPIA
L’AVVIO ALLE NUOVE TERAPIE DEL DIABETE TRA OSPEDALE E TERRITORIO

ID ECM (codice identificativo): 190884 ed. 1
Tipologia: RES
Sede: FINALE LIGURE (SV) presso HOTEL INTERNAZIONALE
Periodo di svolgimento: 31 MAG 2017/31 MAG 2017
Nr. Crediti: 6.5
Nr. Ore: 5
Nr. Posti: 25
Professioni: MEDICO CHIRURGO

Attualmente, in Italia, vivono almeno tre milioni di persone con diabete, cui si aggiunge una quota di persone, stimabile in circa un milione, che, pur avendo la malattia, non ne sono a conoscenza.
Le disuguaglianze sociali agiscono fortemente sul rischio diabete: la prevalenza della malattia è, infatti, più elevata nelle classi sociali più basse e tal effetto è evidente in tutte le classi di età.
Poiché il numero di persone affette da diabete è in costante crescita in tutto il mondo, i costi per la cura di questa malattia rappresentano una quota in aumento nei budget di tutti i Paesi.
Inoltre, il diabete è destinato a diventare la causa maggiore di disabilità e di mortalità nei prossimi venti anni infatti l’OMS lo ha inserito tra le patologie su cui maggiormente investire in quanto ha assunto un crescente peso anche nei Paesi in via di sviluppo.
In Italia, le gravi complicanze che esso provoca si traducono in elevati costi stimabili nel 10-15% della spesa complessiva dell’assistenza sanitaria italiana.
I costi più importanti sono da correlare alla comparsa della malattia diabetica di tipo 2 in soggetti “a rischio” (obesità, ipertensione, sindrome metabolica, familiarità) e all’incidenza dei quadri clinici riferibili alle complicanze croniche del diabete, micro e macrovascolari.
Tra le complicanze microvascolari quella economicamente più pesante è l’insufficienza renale cronica, mentre tra le macrovascolari hanno una incidenza di costo maggiore quelle patologie che si presentano come eventi acuti (IMA, Stroke, Piede diabetico) e quindi comportano l’obbligatorio ricorso al ricovero ospedaliero ad alta intensità di cura e un successivo follow-up intensivo.
È pertanto necessario individuare possibili azioni che incidano in modo significativo sulla gestione del paziente diabetico, coniugando appropriatezza e migliori outcome clinici con l’obiettivo di contrastare sia la comparsa di nuovi casi di diabete nella popolazione a rischio, sia la comparsa e/o l’evoluzione progressiva delle complicanze croniche micro e macroangiopatiche.
Le strategie generali individuate hanno come target: la popolazione generale, la popolazione ad alto rischio, le persone con diabete, gli erogatori dell’assistenza (inclusi i professionisti sanitari specialisti, i MMG e PLS, il personale sanitario e non), le Istituzioni a livello centrale e locale.
L’approccio orientato alla persona è l’arma più efficace contro il diabete che si presenta come una patologia sistemica, multifattoriale e di lunghissima durata; ciò implica una progressiva transizione verso un nuovo modello di sistema integrato, proiettato verso un disegno reticolare “multicentrico”, mirato a valorizzare, sia la rete specialistica sia l’assistenza primaria.


 Scarica il programma in pdf